La salubrità dell’ambiente lavorativo è fondamentale e quindi meritevole di particolare attenzione è la tutela del luogo adibito alla produzione nell’azienda e il suo disinquinamento ambientale.

A seconda della tipologia di produzione possono crearsi delle condizioni di insalubrità pregiudizievoli per la salute dei lavoratori, che possono essere soggetti a seri rischi, in particolare cardio-respiratori.

Per attuare una corretta operazione di disinquinamento ambientale primariamente si procede con una consulenza per verificare la tipologia dell’azienda e delle sue lavorazioni, come pure le esigenze dei clienti.

Dopo aver constatato gli aspetti sopracitati si redige un piano specifico di salubrità degli ambienti lavorativi.

Nel caso nell’azienda si producano polveri, vapori o fumi potenzialmente nocivi, sono necessari gli impianti di aspirazione, centralizzati o autonomi, questi ultimi adatti quando la produzione si svolge in vari differenti locali.

Gli impianti di aspirazione sono normalmente utilizzati nelle lavorazioni del legno.

Se si utilizzano agenti chimici, per esempio negli impianti per trattamenti termici o negli impianti di verniciatura, si predispongono soluzioni specifiche per la salubrità degli ambienti.

Successivamente alla consulenza ed alla installazione degli impianti di aspirazione è importante la programmazione di una adeguata manutenzione, che verifichi misurando l’efficacia del sistema di disinquinamento ambientale in funzione.

La manutenzione, che verifica anche le emissioni di CO2, prevede una conseguente certificazione a tutela dell’azienda, in linea con la normativa vigente.